Il progetto

Obiettivo del progetto di Consorzio senza scopo di lucro Innopolis è quello di promuovere interventi di educazione non formale per l’empowerment dell’infanzia e dell’adolescenza, attraverso attività, anche all’aperto esplorando soluzioni alternative e creative affinché i minori possano godere dei propri diritti al riposo, al tempo libero, alle attività ricreative, culturali e artistiche anche in tempi di Covid.

Il nostro ente ha deciso di focalizzare la sua attività nell’ambito di intervento relativo alla promozione della cittadinanza attiva, del coinvolgimento nella comunità e della valorizzazione del patrimonio culturale locale.

Siamo infatti consapevoli che l’intera Comunità si deve fare carico dell’educazione delle nuove generazioni. La famiglia, le Istituzioni, le associazioni o semplicemente singoli soggetti possono dare il loro contributo per una “educazione completa” rivolta ai ragazzi. “Vivere  in un Territorio” e “vivere di un Territorio” in modo consapevole presuppone la piena conoscenza delle sue potenzialità e dei suoi limiti; conoscere un Territorio nelle sue mille peculiarità attraverso un “viaggio di istruzione” per scoprirne la morfologia, la cucina, la cultura è una delle forme migliori per promuovere la cittadinanza attiva e valorizzare il patrimonio locale.

I bambini sono i futuri fruitori del Territorio in cui abitano, sarà difficile per loro amministrare al meglio la loro Terra se non ne conoscono la storia, i prodotti, la cultura, per conoscere il loro Territorio  attraverso una delle attività a loro più congeniale, IL GIOCO.

In questo caso il gioco consisterà in un contest della durata di 6 mesi duranti i quali i ragazzi produrranno contenuti multimediali da pubblicare in rete relativi ai racconti del territorio, attraverso il coinvolgimento della comunità, promuovendo azioni di cittadinanza attiva, come:

– comportamenti finalizzati alla valorizzazione culturale, con presentazioni di beni e luoghi, attraverso la ripresa video degli stessi e la descrizione vocale da parte dei ragazzi

– la tutela ambientale, con la segnalazione di presenza rifiuti e contemporanea attivazione di campagne di pulizia, mostrate in rete, realizzate attraverso gruppi informali di bambini coordinati da formatori che si occupano del decoro degli spazi pubblici

– il rispetto, attraverso la presentazione attraverso video in rete di atteggiamenti rispettosi del prossimo e di collaborazione intergenerazionale e interraziale.

Tutte queste attività verranno svolte dopo un periodo di formazione all’aperto che permetterà loro di essere stimolati sui principali concetti relativi alla cittadinanza attiva.

Successivamente saranno fatti operare sugli strumenti di produzione video, per renderli capaci di effettuare riprese video e lavorazioni di brevi contributi.

Quindi saranno avviati all’attività di produzione di contenuti dal basso, fatta mediante la registrazione di “azioni positive”, indotte e stimolate dall’intervento dei formatori e finalizzata ad avere cittadini responsabili e attivi, promuovendo la partecipazione piena e consapevole alla vita civica, culturale e sociale delle comunità, nel rispetto delle regole, dei diritti e dei doveri e promuovendo i princìpi di legalità, cittadinanza attiva, cittadinanza digitale e sostenibilità ambientale, senza tralasciare il diritto alla salute e al benessere della persona.

Il Contest sarà uno stimolo in più a fare bene e sarà lo strumento che permetterà ai ragazzi di sentirsi ancor più convolti.

 

_